Vendite

Napoleone: all'asta a Ginevra zaffiri della figlia adottiva

SDA

2.5.2021 - 10:12

A Ginevra verranno venduti gli zaffiri e i diamanti appartenenti alla figlia adottiva dell'Imperatore Napoleone Stéphanie de Beauharnais
Keystone

Sarà venduta all'asta da Christie's a Ginevra il 12 maggio la parure di zaffiri e brillanti appartenuti alla figlia adottiva dell'imperatore Napoleone, Stéphanie de Beauharnais, granduchessa di Baden.

SDA

2.5.2021 - 10:12

La vendita è tra gli appuntamenti più attesi delle celebrazioni legate al bicentenario napoleonico.

Sembra che l'infelice consorte del principe elettore Carlo II li avesse acquistato le preziose pietre dalla cugina, la regina Hortense, e il regale scrigno comprende un insieme di 38 zaffiri dello Sri Lanka, un collier, un bracciale, due pendenti, un paio di orecchini, una spilla e un anello accanto ad un diadema Impero, naturalmente.

Un tesoro inestimabile. Ecco alcuni numeri. Si parte da 250 mila franchi svizzeri per la tiara, 320 mila per il collier, 18 mila per l'anello. Come ricorda il settimanale francese «Point de vue» all'interno del prezioso astuccio è stata scoperta la scritta «Bijoux d'Hortense», ovvero Hortense de Beauharnais, sposa di Luigi Bonaparte, regina d'Olanda e madre del futuro Napoleone III.

Un dono, graditissimo, prima della grande fuga da Parigi nel 1816, «che Hortense de Beauharnais lasciò con pochi soldi e molti gioielli'. Quegli stessi gioielli che verranno ereditati dalla secondogenita di Stéphanie, Joséphine principessa di Hohenzollern Sigmaringen, che a sua volta li lasciò al figlio maggiore Léopold, prima di morire nel 1900.

La collezione comprende anche la corona di zaffiri della regina Maria II del Portogallo, con un grande zaffiro birmano al centro, che aveva sposato in prime nozze Augusto di Leuchetenberg, figlio di Eugène de Beauharnais .

SDA