Giura bernese: un morto e tre feriti gravi a Tramelan, 19enne confessa

ATS

24.9.2018 - 18:58

Il 19enne arrestato per il fatale accoltellamento di sabato notte a Tramelan, nel Giura bernese, ha ammesso i fatti (archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

Il 19enne arrestato per il fatale accoltellamento di sabato notte a Tramelan, nel Giura bernese, ha ammesso i fatti: ha prima aggredito e ferito tre coinquilini e poi ucciso un uomo alla stazione. Quest'ultimo è stato formalmente identificato oggi.

La vittima è uno svizzero di 36 anni residente nel canton Berna, deceduto per ferite da arma bianca, riferisce un comunicato congiunto della procura regionale del Giura bernese-Seeland e della polizia cantonale.

Gli inquirenti per ora non hanno indizi che il giovane accoltellatore conoscesse l'uomo ucciso, ha detto un portavoce della polizia all'agenzia di notizie Keystone-ATS.

I tre feriti - un uomo, una donna e una ragazza minorenne - sono sempre all'ospedale per la gravità delle ferite. Sui tre non vengono fornite ulteriori informazioni per motivi di tutela della personalità

La polizia era stata avvertita sabato poco prima di mezzanotte che tre persone erano state attaccate e ferite da un coinquilino in una casa unifamiliare. All'arrivo degli agenti e dei soccorritori l'aggressore era già fuggito.

Pochi minuti dopo era giunta un'altra chiamata che riferiva di una persona gravemente ferita alla stazione.

Il 19enne è stato arrestato la stessa notte a Tamelan.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page

ATS