Uni Zurigo

Identificate due famiglie di delfini vissute in Svizzera

stsc, ats

17.5.2022 - 22:33

epa02176289 A picture made available on 27 May 2010 shows a dolphin fin cut the water in Barataria Bay on 26 May 2010 as life in Louisiana's estuaries is increasingly at risk from the oil coming ashore while cleaning efforts continue from the Deepwater Horizon oil spill near Grand Isle, Louisiana, USA. The Deepwater Horizon spill continues to spread impacting fishermen and tourist revenues along the Louisiana to Alabama coasts. EPA/BEVIL KNAPP
Immagine d'illustrazione
KEYSTONE

Circa venti milioni di anni fa l'Altopiano svizzero era sommerso dal mare. Nelle acque nuotavano squali, razze, balene e delfini. Basandosi su fossili, paleontologi dell'Università di Zurigo hanno ora identificato per la prima volta due famiglie di delfini.

stsc, ats

17.5.2022 - 22:33

Il team di ricercatori guidato da Gabriel Aguirre-Fernández ha analizzato all'incirca 300 resti fossili di mammiferi marini conservati in quattro musei svizzeri. Si sono interessati in particolare alle ossa dell'orecchio interno, in quanto permettono di classificare le singole specie, spiega l'ateneo in un comunicato diramato oggi.

I paleontologi sono così riusciti a identificare chiaramente esemplari di tre famiglie di cetacei odontoceti. Come riferiscono nella rivista scientifica «PeerJ», tra i fossili si trovavano i resti di Kentriodontidae, Squalodelphinidae e Physeteridae.

Mentre era già noto che quest'ultima – di cui fanno oggi parte i capodogli – era presente in Svizzera, le due famiglie di delfini sono state identificate per la prima volta nei sedimenti della cosiddetta Molassa marina superiore.

A causa della cattiva qualità dei fossili non è comunque possibile determinare univocamente se si tratta di specie finora completamente sconosciute.

stsc, ats