Fernandez: «Verso la denuncia penale contro il Governo Macri per l'indebitamento»

SDA

1.3.2021 - 20:40

Il presidente dell'Argentina, Alberto Fernández (foto), ha detto oggi di aver incaricato gli avvocati dello Stato di avviare una "denuncia penale" sull'indebitamento con il Fondo monetario internazionale (FMI) assunto dal Paese durante il governo di Mauricio Macri.
Keystone

Il presidente dell'Argentina, Alberto Fernández, ha detto oggi di aver incaricato gli avvocati dello Stato di avviare una «denuncia penale» sull'indebitamento con il Fondo monetario internazionale (FMI) assunto dal Paese durante il governo di Mauricio Macri.

«Ho incaricato di avviare una denuncia penale per determinare chi siano gli autori della più grande amministrazione fraudolenta e appropriazione indebita di fondi pubblici nella storia», ha detto Fernandez nel suo discorso per l'apertura del periodo di sessioni ordinarie del Congresso, riferendosi alla precedente amministrazione di Macri.

Fernández ha criticato le autorità del FMI per aver accettato di destinare 55 miliardi di dollari all'Argentina, decisione attualmente sotto inchiesta presso l'organismo monetario.

In Argentina «crisi sanitaria coincisa con un'economia in rovina»

La prima parte del discorso di Fernandez al Parlamento si è concentrata sulla pandemia di coronavirus «sulla quale il mondo ha dovuto imparare strada facendo, una crisi sanitaria che nel caso argentino ha coinciso con un'economia in rovina, un sistema sanitario guasto», ha detto Fernández.

Il presidente ha illustrato le misure economiche in atto per sostenere le attività, di fronte alla forte recessione globale causata dal virus. Ha anche analizzato lo scandalo scoppiato nel Paese con le «vaccinazioni Vip» per ordine del ministero della Salute. «Se si fanno degli errori, la volontà di questo presidente è di riconoscerli e correggerli. Quando hanno detto che le regole erano state trasgredite, anche quando personalmente mi ha causato molto dolore, ho preso le decisioni corrispondenti», ha affermato.

«Arrivo con le mie convinzioni intatte e il cuore aperto di chi sa riconoscere gli errori, e con la certezza che insieme siamo stati in grado di compiere passi storici», ha detto Fernández al Congresso.

Nell'emergenza del coronavirus, «fin dal primo giorno abbiamo affrontato critiche: chi ha negato l'esistenza della pandemia e chi ci ha accusato di far parte di un complotto internazionale», ha spiegato il presidente, che ha di nuovo denunciato la disparità nella distribuzione delle dosi di vaccini nel mondo. «Il 10% dei paesi monopolizza il 90% dei vaccini esistenti», ha detto Fernández.

Tornare alla home page

SDA