Guerra in Ucraina

Biden incontra il premier di Kiev, dagli Stati Uniti nuovi aiuti

SDA

21.4.2022 - 19:10

epa09900763 U.S. President Joe Biden delivers remarks on Ukraine in the Roosevelt Room at the White House in Washington, DC, USA, 21 April 2022. EPA/YURI GRIPAS / POOL
epa09900763 U.S. President Joe Biden delivers remarks on Ukraine in the Roosevelt Room at the White House in Washington, DC, USA, 21 April 2022. EPA/YURI GRIPAS / POOL
KEYSTONE

Gli Stati Uniti sono determinati a combattere i tiranni e impedire a Vladimir Putin di vincere la guerra in Ucraina. A questo fine hanno varato un altro ingente pacchetto di aiuti, militari e finanziari, per il governo di Kiev.

SDA

21.4.2022 - 19:10

Il presidente americano Joe Biden ha annunciato le nuove misure direttamente al premier ucraino, Denys Shmyhal, che ha incontrato alla Casa Bianca prima di partire per un tour interno che lo porterà a Portland e Seattle.

Il primo ministro di Kiev a Washington ha incontrato anche il consigliere alla Sicurezza Nazionale, Jake Sullivan, il segretario alla Difesa Lloyd Austin e la speaker della Camera, Nancy Pelosi. Oltre al direttore generale dell'Fmi e il presidente della Banca Mondiale.

Aiuti da 800 milioni di dollari

Cannoni howitzer, artiglieria pesante, munizioni e droni. Sono alcune delle nuove armi che gli Stati Uniti forniranno a Kiev nel nuovo pacchetto da 800 milioni di dollari, a solo una settimana da un'altra tranche di attrezzature militari già consegnate all'Ucraina.

La guerra è entrata «in una fase critica» e non c'è tempo da perdere, ha sottolineato il presidente che la prossima settimana chiederà altri soldi al Congresso per aiutare gli ucraini.

Alle armi vanno ad aggiungersi 500 milioni di «aiuti diretti» stanziati dal dipartimento del Tesoro per Kiev. Il presidente americano ha anche annunciato la chiusura di tutti i porti statunitensi alle navi russe.

«Non rinunceremo mai a combattere contro i tiranni»

«Putin non vincerà mai in Ucraina, non riuscirà mai ad occuparla del tutto», ha sottolineato Biden secondo il quale la città martire di Mariupol continua a resistere agli attacchi dei russi. «Non ci sono prove della sua caduta», ha detto.

Gli Stati Uniti «non rinunceranno mai a combattere contro i tiranni», ha sottolineato ribadendo che gli obiettivi degli Stati Uniti e degli alleati sono «impedire a Putin di invadere l'Ucraina e continuare ad isolarlo».

Biden ha anche parlato del nuovo programma statunitense per accogliere i profughi ucraini, fino a 100.000 secondo quanto promesso dal presidente un mese fa. Il piano prevede innanzitutto che i rifugiati siano sponsorizzati da una persona o un'organizzazione no profit americana e poi che si sottopongano a «rigorosi» controlli di sicurezza e sanitari, inclusa la vaccinazione anti-Covid.

SDA