Paese nel caos

Bolivia: Morales esce di scena ma dice di essere ancora nel Paese

ATS

11.11.2019 - 07:35

Fine di un mito? Evo Morales, il primo presidente indio della storia boliviana, ha rassegnato le dimissioni.
Source: KEYSTONE/AP

Evo Morales, che domenica pomeriggio si è dimesso dalla carica di presidente della Bolivia, ha assicurato che «in futuro» risiederà «nella zona tropicale di Cochabamba», dove iniziò la sua carriera politica, mettendo fine a congetture sulla sua fuga dal Paese.

Frattanto, Luis Fernando Camacho, leader del movimento dei comitati civici che ha portato alle dimissioni di Morales, ha sostenuto che esiste un ordine di cattura per l'ormai ex presidente.

Via twitter ha aggiunto che «la polizia ed i militari lo stanno cercando nel Chapare, luogo dove si è nascosto». «I militari – ha spiegato – gli hanno tolto l'aereo presidenziale e lui è nascosto nel Chapare, e lo cercano! Giustizia!«.

La dichiarazione di Morales

«Ho l'obbligo di operare per la pace e mi fa molto male che ci si scontri fra boliviani. Mi fa male che alcuni comitati civici e partiti che hanno perso le elezioni abbiano scatenato violenze ed aggressioni», ha dichiarato Morales nel corso di una breve conferenza stampa domenica pomeriggi a Chimoré, nel dipartimento di Cochabamb.

«E' per questa ed altre ragioni che sto rinunciando al mio incarico inviando la mia lettera al Parlamento plurinazionale», ha aggiunto.

Indagini aperte dopo le elezioni

A nulla è valso il suo annuncio di voler indire nuove elezioni per calmare le proteste di piazza, dopo il contestato voto del 20 ottobre che ha sancito la sua conferma alla massima carica dello Stato.

Una vittoria criticata da più parti e che ha indotto il procuratore pubblico generale ad avviare un'inchiesta sui membri del tribunale elettorale, dopo la denuncia di irregolarità sporta da parte dell'Organizzazione degli Stati americani.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS