Brexit: opposizioni, no a elezioni immediate

ATS

9.9.2019 - 15:29

I partiti britannici di opposizione danno compatti ai loro deputati l'indicazione di non sostenere le elezioni anticipate. Nell'immagine il premier Boris Johnson.
Source: KEYSTONE/EPA/NEIL HALL

I partiti britannici di opposizione danno compatti ai loro deputati l'indicazione di non sostenere la mozione che il governo Tory di Boris Johnson a favore di elezioni anticipate da tenersi il 15 ottobre, ossia prima della scadenza prevista della Brexit del 31.

Lo ha confermato la leader dei LibDem, Jo Swinson, dopo un'ultima consultazione col numero uno laburista Jeremy Corbyn e con i responsabili di tutti i gruppi del fronte anti-Johnson a Westminster. Il voto è atteso per le 22 locali, le 23 svizzere.

L'annuncio rende pressoché scontata la seconda bocciatura – a colpi di no e soprattutto di astensioni – della mozione, la cui approvazione richiederebbe l'ok dei due terzi della Camera.

Le opposizioni insistono nel dire di volere anche loro le elezioni, ma solo dopo la richiesta di un rinvio della data della Brexit.

Tornare alla home page

ATS