Seggi aperti per le presidenziali e le legislative in Bulgaria

SDA

14.11.2021 - 08:24

Tutto pronto per il voto odierno in Bulgaria per l'elezione del presidente e del parlamento.
Keystone

Sono aperti da stamattina in Bulgaria i seggi per le elezioni presidenziali e quelle politiche anticipate, le terze quest'anno, convocate a causa del fallimento di formare un nuovo governo dopo il voto regolare del 4 aprile scorso e quello anticipato dell'11 luglio.

SDA

14.11.2021 - 08:24

Il presidente Rumen Radev aveva per questo nominato un esecutivo ad interim. La doppia consultazione si tiene in piena crisi Covid, con il sistema sanitario vicino al collasso, e in una situazione economica sempre più precaria.

Per le presidenziali sembra scontata la vittoria del capo dello Stato uscente Radev, o subito al primo turno o all'eventuale ballottaggio. Sul versante delle politiche invece, gli analisti prevedono anche questa volta un parlamento assai frammentato.

Vincerebbe il partito conservatore Gerb dell'ex premier Boyko Borissov rimasto al governo per quasi dieci anni, che rimarrebbe tuttavia isolato, non trovando alleati per formare una maggioranza di governo.

Altre cinque formazioni politiche, stando ai sondaggi, supererebbero lo sbarramento del 4% per entrare nel parlamento unicamerale di 240 seggi. Alle spalle del Gerb figura il Partito socialista. Resta sempre alta l'incertezza sulle prospettive di alleanze per la formazione di una nuova maggioranza.

Gli elettori sono circa 6,7 milioni su una popolazione di oltre 7 milioni di abitanti. Le operazioni di voto si svolgono nel rispetto delle misure anti-Covid – mascherine, distanziamento, gel igienizzanti, percorsi separati. I seggi chiuderanno alle 20 locali, le 19 in Svizzera; poco dopo è prevista la diffusione degli exit poll.

SDA