Catalogna: giudice nega mandato arresto per Puigdemont

ATS

22.1.2018 - 14:59

L'ex presidente catalano Carles Puigdemont (foto d'archivio).
SDA

Il giudice del Tribunale Supremo di Madrid Pablo Llarena ha respinto la richiesta della procura di firmare un nuovo mandato di arresto europeo contro l'ex presidente catalano Carles Puigdemont.

Questi è giunto stamane dal Belgio in Danimarca per partecipare ad una conferenza sulla Catalogna.

Nella motivazione 'politica' della sua decisione Llarena sostiene fra l'altro che Puigdemont, viaggiando in Danimarca, con una "strategia anticostituzionale", "non ha altro fine che ricercare la detenzione" per agevolare la sua investitura a distanza da parte del Parlament catalano.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale supremo spagnolo ritiene più opportuno emettere un nuovo mandato di arresto più tardi. Secondo Llarena, "davanti alla impossibilità legale di optare per una investitura non presenziale davanti al parlamento" Puigdemont punterebbe sulla "provocazione di una detenzione all'estero" per poter affermare che "è la conseguenza di una situazione che gli viene imposta".

Llarena, che guida l'inchiesta sulla strategia del governo indipendentista di portare avanti pacificamente il progetto politico dell'indipendenza, ha negato finora la libertà provvisoria al vicepresidente uscente Oriol Junqueras e a due altri neo-deputati secessionisti. Tutto l'ex-governo catalano e diversi responsabili politici sono accusati di "ribellione" e "sedizione" e rischiano fino a 30 anni di carcere.

Tornare alla home page

ATS