Cina

Cina: manifestazione a Ottawa contro detenzione due canadesi

SDA

6.9.2021 - 10:29

Centinaia di persone hanno manifestato ieri a Ottawa a sostegno di due canadesi detenuti da mille giorni in Cina con l'accusa di spionaggio. Altri raduni sono stati organizzati altrove in Canada, ma anche a Bruxelles, New York, Washington, Seul e Singapore.
Centinaia di persone hanno manifestato ieri a Ottawa a sostegno di due canadesi detenuti da mille giorni in Cina con l'accusa di spionaggio. Altri raduni sono stati organizzati altrove in Canada, ma anche a Bruxelles, New York, Washington, Seul e Singapore.
Keystone

Centinaia di persone hanno manifestato ieri a Ottawa a sostegno di due canadesi detenuti da mille giorni in Cina con l'accusa di spionaggio. Altri raduni sono stati organizzati altrove in Canada, ma anche a Bruxelles, New York, Washington, Seul e Singapore.

SDA

6.9.2021 - 10:29

L'ex diplomatico Michael Kovrig e il consulente Michael Spavor sono stati arrestati nel dicembre 2018 in Cina per spionaggio, causando una crisi diplomatica senza precedenti tra Ottawa e Pechino. La loro detenzione è vista dal Canada come una misura di ritorsione dopo l'arresto della leader di Huawei, Meng Wanzhou, su richiesta degli Stati Uniti.

Spavor e Kovrig sono stati entrambi processati a marzo di quest'anno. Il primo è stato condannato a 11 anni di carcere, un verdetto ritenuto «assolutamente inaccettabile» da Ottawa. Nessuna decisione è stata ancora annunciata invece per il secondo.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha condannato ieri quelle che ha definito «detenzioni arbitrarie» da parte della Cina e ha affermato che gli Stati Uniti sono «dalla parte del Canada. La comunità internazionale chiede alla Repubblica popolare cinese di rilasciare immediatamente e incondizionatamente Michael Spavor e Michael Kovrig», ha affermato in un comunicato.

Alla manifestazione hanno partecipato anche il ministro degli Esteri canadese Marc Garneau, diversi funzionari eletti dell'opposizione e l'ambasciatore degli Stati Uniti in Canada. I partecipanti hanno compiuto 7.000 passi per ricordare a tutti che Michael Kovrig cerca di raggiungere quel numero ogni giorno «nella sua piccola cella senza finestre», secondo sua moglie.

SDA