Afghanistan

Cina: il ritiro dall'Afghanistan è un fallimento statunitense, ora nuova pagina

SDA

31.8.2021 - 11:05

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin (foto d'archivio)
Keystone

Il ritiro delle truppe Usa dall'Afghanistan ha dimostrato che la «politica di intervento militare sfrenato e di imposizione dei propri valori e sistemi sociali in altri Paesi è irrealizzabile ed è destinata al fallimento».

SDA

31.8.2021 - 11:05

Commentando nel briefing quotidiano la partenza delle ultime truppe americane da Kabul, il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin ha osservato che l'Afghanistan «è stato in grado di liberarsi dell'occupazione militare straniera e ha inaugurato un nuovo punto di partenza per la pace e la ricostruzione nazionale. La storia dell'Afghanistan ha aperto una nuova pagina».

Wang Wenbin ha aggiunto che Pechino «darà supporto e assistenza nell'ambito delle sue capacità affinché l'Afghanistan ristabilisca la pace, ricostruisca l'economia, combatta tutte le sigle terroristiche, incluso il 'Movimento del Turkestan Orientale' (responsabile in passato secondo Pechino di attentati sul suo territorio, ndr) e si integri nella comunità internazionale».

SDA