«Ci sono vittime»

Si schianta un aereo in Cina con 132 persone a bordo, «ci sono vittime»

ATS / sam

21.3.2022 - 18:00

Un velivolo della China Eastern Airlines.
Un velivolo della China Eastern Airlines.
archivio KEYSTONE

Un aereo della China Eastern Airlines, che trasportava 132 persone (123 passeggeri e 9 componenti dell'equipaggio), si è schiantato nel sud-ovest della Cina. La compagnia aerea conferma che ci sono vittime.

ATS / sam

21.3.2022 - 18:00

Il Boeing-737 si è schiantato vicino alla città di Wuzhou, nella regione del Guangxi, in una zona montuosa coperta da foreste nella contea di Teng e provocando un vasto incendio. Le squadre di soccorso sono state inviate sul posto.

Secondo i media locali, il volo MU5735 della China Eastern Airlines è decollato dall'aeroporto di Kunming Changshui, alle 13:15 (0500 GMT), diretto a Guangzhou, capoluogo del Guangdong, diretto a Guangzhou, capoluogo del Guangdong, a circa 1.300 km di distanza. 

Secondo le ultime ricostruzioni, il volo stava navigando a un'altitudine di 8.869 metri e alla velocità di 845 km/h. L'aereo ha poi all'improvviso perso quota alle 14:19, mentre il segnale radar è sparito alle 14:21.

China Eastern conferma: «Profondo cordoglio»

China Eastern ha confermato lo schianto del suo Boeing 737-800 con a bordo 132 persone e la presenza di vittime: la compagnia, in una nota sui social media, «ha espresso il cordoglio per i passeggeri e i membri dell'equipaggio vittime dell'incidente aereo».

Il vettore ha inviato sue squadre sul luogo dell'incidente e ha aperto una linea diretta per le famiglie delle vittime.

Sui social media in mandarino sono state già diffuse le immagini delle fiamme riprese da lontano.

Nessuno straniero a bordo dell'aereo caduto

Tra i 132 passeggeri a bordo del Boeing 737-800 MU-5735 di China Eastern, schiantatosi nel pomeriggio su un'area montuosa di Wuzhou, nel Guangxi, non c'erano stranieri. Lo riferiscono i media cinesi, mentre l'ambasciata italiana a Pechino ha confermato l'assenza di connazionali.

Un abitante del villaggio vicino al luogo dell'incidente, di nome Liu, ha detto a China News Service, di essersi recato sul posto dopo aver sentito una forte esplosione. Ha raccontato di aver visto detriti a terra, tra cui un'ala di aereo e frammenti di vestiti appesi agli alberi.

Xi «sconvolto» organizza la ricerca e il salvataggio

Il presidente cinese Xi Jinping, che si è detto «sconvolto» per l'incidente, ha impartito le istruzioni di risposta all'emergenza che ha coinvolto il Boeing 737 di China Eastern caduto su un'area montuosa di Wuzhou, nel Guangxi.

Xi, nel resoconto del network statale Cctv, ha richiesto tutti gli sforzi possibili «per organizzare la ricerca e il salvataggio, gestire adeguatamente le conseguenze, rafforzare le indagini sui potenziali rischi per la sicurezza nell'aviazione civile e garantire l'assoluta sicurezza delle operazioni di aviazione».

La Cctv, inoltre, ha precisato che il Consiglio di Stato (il governo centrale di Pechino) ha nominato i funzionari ad hoc per coordinare e affrontare l'emergenza.

L'ultimo grande incidente aereo in Cina è stato nell'agosto 2010, che ha portato alla morte di 42 persone.

ATS / sam