L'Oms: «Siamo ancora nel bel mezzo della tempesta»

ATS

16.4.2020 - 12:28

«Segnali incoraggianti, ma siamo ancora nella tempesta», dice il direttore di Oms Europa Hans Kluge (foto d'archivio)
Source: KEYSTONE/EPA/IDA GULDBAEK ARENTSEN

«Non bisogna commettere errori adesso. Nonostante sia arrivata la primavera siamo ancora nel bel mezzo della tempesta». Lo ha detto il direttore generale dell'Oms Europa, Hans Kluge in una conferenza stampa sulla pandemia di coronavirus in Europa.

«Alcuni Paesi devono ancora vivere l'impatto più forte, mentre in altri c'è un momento di calma con il numero di nuovi casi di Covid-19 che diminuisce», ha aggiunto.

«Dei 10 Paesi nella regione che hanno avuto il più alto numero di casi di coronavirus», ha sottolineato il responsabile europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), «ci sono stati segnali ottimistici nei numeri in Spagna, Italia, Germania, Francia e Svizzera».

Purtroppo, ha aggiunto, «il 50% del peso del Covid-19 è sull'Europa dove sono morte a causa del virus oltre 84.000 persone».

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS