Pandemia

In Slovenia la Corte definisce «incostituzionali» le misure anti-Covid

SDA

2.6.2021 - 17:36

Sloveni a spasso per le strade della capitale Lubiana (foto d'archivio).
Sloveni a spasso per le strade della capitale Lubiana (foto d'archivio).
Keystone

In Slovenia la Corte costituzionale ha stabilito che i decreti governativi di limitazione alla libertà di movimento e di raduno sono incostituzionali, poiché l'esecutivo si arroga troppo potere nelle sue mani e sono poche le tutele per i cittadini.

SDA

2.6.2021 - 17:36

Secondo le motivazioni della sentenza rese note oggi, la scelta delle modalità, della portata e della durata delle restrizioni interferisce con la libertà di circolazione della popolazione sul territorio sloveno. Ora l'Assemblea nazionale ha due mesi di tempo per sanare l'incompatibilità costituzionale, durante i quali i decreti ancora in vigore rimarranno comunque validi.

L'Alta Corte ha sottolineato che il requisito per la determinazione della base giuridica è particolarmente rigoroso quando si tratta di restrizione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, riferendo che può essere fatto solo tramite una legge. I giudici hanno inoltre segnalato che i cittadini sanzionati per aver violato il coprifuoco, il divieto di assembramento o quello di varcare i confini regionali e comunali non riceveranno alcun risarcimento, mentre i procedimenti in corso verranno sospesi.

SDA