Uno studio negli asili lo dimostra: «I bimbi non sono untori»

ATS

16.10.2020 - 17:06

La ministra tedesca della famiglia, Franziska Giffey.
Source: KEYSTONE/AP/Michael Sohn

«I bambini non sono fonti di infezione e non sono diffusori del coronavirus»: lo ha dichiarato oggi la ministra tedesca della Famiglia, Franziska Giffey presentando i dati provvisori di uno studio sulla diffusione del Covid-19 negli asili svolto nei mesi scorsi.

Gli asili non sono dei focolai di infezione, riferisce lo studio fatto in collaborazione con il Koch Institut. Il ministro della Salute, Jens Spahn, ha aggiunto che i risultati mostrano «che le cose vanno molto bene nelle strutture per la prima infanzia» e che per questo le limitazioni nelle scuole e negli asili devono essere «l'ultimo mezzo» a cui ricorrere, anche nelle regioni dove l'incidenza del virus è alta.

Fino a fine settembre sono stati registrati 79 focolai e 381 casi di Covid-19 negli asili e nei dopo-scuola. Di questi solo un quarto erano minori di 5 anni, mentre il 64% degli infettati erano ultra 15enni che frequentavano il doposcuola, riferisce la ricerca. In Germania gli asili sono più di 57.000, riporta Dpa.

Tornare alla home page

ATS