Pianificazione meticolosa

Ecco come Biden ha studiato per mesi l'uccisione del capo di al-Qaida

Aru

2.8.2022

Il capo di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri, ucciso in Afghanistan
Il capo di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri, ucciso in Afghanistan
KEYSTONE

Gli Stati Uniti hanno pianificato per mesi l'attacco al capo di al-Qaida Ayman al-Zawahiri. Il presidente statunitense Joe Biden aveva espresso preoccupazione soprattutto per quanto riguarda le possibili vittime civili.

Aru

2.8.2022

L'assassinio del capo di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri è stato preceduto da mesi di meticolosa pianificazione: secondo la CNN, era perfino stato creato e portato alla Casa Bianca un modello della casa del leader dell'organizzazione terroristica per mostrare al presidente degli Stati Uniti Joe Biden come avrebbe dovuto essere effettuata l'operazione.

Il rischio era grande. L'attacco ad al-Zawahiri, che è stata una delle menti degli attacchi dell'11 settembre, avrebbe potuto colpire numerosi civili nella capitale afghana Kabul.

Biden è stato informato per la prima volta ad aprile in merito all'abitazione in cui era ospitato il capo del gruppo terroristico. Sulla base di diverse prove, sono stati identificati sua moglie e i loro figli.

Le donne avevano usato «l'artigianato terroristico» per impedire a qualcuno di seguirle fino al luogo dove si trovavano. Lo stesso capo di al-Qaeda non aveva mai lasciato la casa dal suo arrivo, avvenuto quest'anno.

Le abitudini del capo di al-Qaeda

Duranti i diversi mesi di osservazione, gli agenti hanno notato degli schemi: uno di questi era che al-Zawahiri trascorreva regolarmente lunghi periodi di tempo sul balcone.

Per tutto il periodo di osservazione, le persone coinvolte nell'operazione hanno studiato a fondo la costruzione del condominio. Questo per evitare che la casa crollasse in caso di attacco. Biden si preoccupava principalmente di prevenire la morte di civili, compresa la famiglia del capo di al-Qaeda.

A peggiorare le cose c'era il fatto che l'edificio si trova nel centro di Kabul ed è circondato da strutture residenziali. La pianificazione dell'attacco doveva essere «solida come una roccia» prima che a Biden venissero presentate delle opzioni, ha detto un agente coinvolto alla CNN.

E così il 1. luglio ha avuto luogo un incontro in merito alla Casa Bianca, dove il modello del condominio è stato presentato al presidente. Biden ha fatto domande sui materiali da costruzione e voleva sapere da quali lati la casa è illuminata dal sole, ha detto ancora la fonte.

Due missili Hellfire sul balcone

Allo stesso tempo, gli avvocati della Casa Bianca hanno iniziato a elaborare le basi legali per rendere possibile un attacco al capo di al-Qaeda.

E così, il 25 luglio, quando Biden si è isolato a causa del Covid, c'è stato un altro incontro con il personale al vertice. Il presidente ha continuato a informarsi sui modi per ridurre al minimo il rischio per la popolazione civile. Ha anche chiesto a tutti i funzionari della stanza dei bottoni la loro opinione. Alla fine, ha dato il suo ok al piano.

Cinque giorni dopo, alle 6:18 ora locale, due missili Hellfire sono stati lanciati sul balcone. In seguito, la morte di al-Zawahiri è stata confermata da diversi funzionari dell'intelligence. I membri della famiglia del capo del gruppo terroristico, che in quel momento si trovavano in altre parti della casa, sono rimasti illesi.