Medio Oriente

Erdogan: «Israele terrorista, Consiglio dell'Onu agisca subito»

SDA

14.5.2021 - 15:01

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.
Keystone

«Il Consiglio di sicurezza deve prendere rapidamente delle misure nel quadro delle risoluzioni dell'assemblea generale dell'Onu per la pace a Gerusalemme. È un dovere di tutta l'umanità resistere agli attacchi di Israele contro le città palestinesi e Gerusalemme».

SDA

14.5.2021 - 15:01

Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, tornando a definire Israele uno «Stato terrorista».

«Coloro che tacciono, che sostengono o che sono complici dei crimini commessi da Israele, sappiano che un giorno verrà il loro turno», ha aggiunto il leader di Ankara, rivendicando il suo impegno diplomatico sulla crisi e ricordando di averne discusso finora con 19 capi di Stato e di governo.

«Come abbiamo impedito la creazione di un corridoio terroristico alla nostra frontiera con il nord della Siria, oggi ci opponiamo con determinazione alle mani che attaccano (la moschea di) al-Aqsa» a Gerusalemme. «Anche se il mondo intero dovesse chiudere gli occhi sulle crudeltà di Israele verso i palestinesi – ha assicurato Erdogan – noi non lo faremo».

Il presidente turco ha inoltre criticato la scarsa determinazione di alcuni Paesi musulmani nel sostegno ai palestinesi. «Se l'Organizzazione della cooperazione islamica non adotta immediatamente un'iniziativa concreta contro gli attacchi israeliani – ha avvertito – rinnegherà la propria ragion d'essere».

SDA