Germania: Scholz presenta contratto di coalizione, il semaforo c'è

SDA

24.11.2021 - 16:17

Il cancelliere in pectore Olaf Scholz (Spd, al centro) arriva alla conferenza stampa a Berlino accompagnato da Annalena Baerbock e Robert Habeck (entrambi Verdi, a sinistra) e Christian Lindner e Volker Wissing (entrambi Fdp, a destra).
Keystone

«Il semaforo c'è». Lo ha detto il cancelliere tedesco in pectore Olaf Scholz (Spd), presentando a Berlino il contratto di coalizione. Una coalizione nella quale i partiti si guarderanno «all'altezza degli occhi» rispettandosi reciprocamente, ha spiegato.

SDA

24.11.2021 - 16:17

Scholz ha annunciato «la prima coalizione di socialdemocratici, verdi e liberali a livello federale. Una coalizione di partiti che lavoreranno guardandosi negli occhi e che apporteranno i loro punti di forza per il benessere del nostro paese».

Da parte sua il liberale Christian Lindner ha affermato che «Olaf Scholz sarà un cancelliere forte per la Germania», spiegando che nelle contrattazioni per il governo l'Fdp ha «conosciuto» un altro Scholz, e soprattutto ne ha compreso «l'atteggiamento interiore», quello di un politico che governerà rappresentando tutti, non solo i socialdemocratici.

Quello che nascerà in Germania sarà «un governo del centro che porterà avanti il paese», ha detto Lindner, spiegando che l'Fdp è «soddisfatto» del risultato dei colloqui. «Nessun ministro sarà ministro di un partito, dei socialdemocratici, dei verdi o dei liberali, ma servirà la Germania», ha sottolineato. Egli ha quindi spiegato che «qualche volta ci sono volute ore per decidere una frase» ma che «la Germania resterà un paese dalle finanze solide». Inoltre, ha aggiunto, «digitalizzeremo questo Stato».

Mentre il co-leader dei Verdi e futuro vicecancelliere Robert Habeck ha affermato che sul clima «vogliamo identificare misure concrete che possiamo raggiungere» e non, come in passato ha fatto la Grosse Koalition, «nominare obiettivi sempre più ambiziosi» per poi in realtà lasciarli sulla carta. Per esempio «vogliamo potenziare e ampliare le energie rinnovabili» e lavorare sui certificati di emissione e l'uscita dall'energia a carbone, ha aggiunto l'ecologista.

Scholz ha annunciato «un decennio di investimenti» per la Germania e Habeck ha aggiunto che «sappiamo precisamente come li finanzieremo».

Parlando della crisi epidemiologica, Scholz ha sostenuto che «il coronavirus non è sconfitto» e «la situazione è seria», annunciato un'"unità di crisi» governativa sulla pandemia. «Le stazioni intensive sono in alcune regioni al limite degli sforzi», ha spiegato. Le misure decise la settimana scorsa sono oggi in vigore e «serve una coerente implementazione delle regole», ha spiegato. Scholz ha anche annunciato che un miliardo di euro sarà sbloccato per i bonus ai parasanitari in Germania, particolarmente provati dalla crisi pandemica.

Rispondendo poi a una domanda sulla politica sull'Ue, Scholz ha indicato che come governo «faremo una politica europea comune». La coalizione semaforo vuole «un'Europa più sovrana»: «promuovere, spingere e portare avanti la sovranità europea» sarà il nostro compito, ha aggiunto.

In base la contratto di coalizione, di cui l'ANSA ha preso visione, il ministero delle finanze viene attribuito ai liberali, il nuovo «superministero» dell'economia e della protezione del clima, nonché quello degli esteri, ai Verdi mentre quello della salute ai socialdemocratici.

Dal testo di cui l'ANSA è in possesso emerge anche che il contratto del futuro governo tedesco prevede l'estensione ai 16enni del diritto di voto alle europee e alle federali (ma per questo ci sarà bisogno dell'appoggio dell'opposizione) e «l'erogazione controllata della cannabis» agli adulti.

SDA