Questioni salariali

In sciopero i macchinisti delle ferrovie tedesche

SDA

10.8.2021 - 20:44

Secondo una stima del quotidiano tedesco di economia e finanza Handelsblatt (Hb) è possibile che l'agitazione porti alla cancellazione di tre treni su quattro.
Keystone

Un'altra brusca frenata per le ferrovie tedesche: il sindacato dei macchinisti (Gdl) ha annunciato oggi uno sciopero.

SDA

10.8.2021 - 20:44

In una situazione già precaria per la Deutsche Bahn, indebitata e con gli ultimi conti trimestrali in profondo rosso, il sindacato Gdl ha dichiarato una sospensione del lavoro che inizia oggi con il trasporto merci e si concluderà venerdì con il trasporto passeggeri.

I treni passeggeri in Germania saranno nel caos per 48 ore, dalle 2.00 di mercoledì alle 2.00 di venerdì 13 agosto. Sono in tutto 23'000 i convogli passeggeri nel Paese, 860 quelli a lunga percorrenza e 7 milioni sono le persone che si spostano su rotaia.

Secondo una stima del quotidiano tedesco di economia e finanza Handelsblatt (Hb) è possibile che l'agitazione porti alla cancellazione di tre treni su quattro. Una vera spina nel fianco per la Germania.

Offerta per il rinnovo dei contratti

L'azienda ha messo sul tavolo un'offerta per il rinnovo dei contratti di un 3,2% di salario in più. «Siamo sempre e in qualsiasi momento pronti alle trattative», dice Martin Seiler, responsabile del personale di Deutsche Bahn alla rivista Spiegel.

Ma per il numero uno del sindacato Gdl, Claus Weselsky, l'offerta deve essere migliorata e per fare pressione ha scelto la strada dell'agitazione sindacale, sostenuta dal voto del 95% dei suoi iscritti. Il problema sullo sfondo però è che la vertenza tra l'azienda Deutsche Bahn e sindacati è complicata dalla concorrenza di due rappresentanze sindacali: l'Unione delle ferrovie e dei trasporti (Evg) e il sindacato dei macchinisti (Gdl).

La seconda, che ha indetto lo sciopero, è in realtà la più piccola e quella a caccia di maggiore visibilità. Sui circa 200'000 lavoratori complessivi delle ferrovie tedesche, l'Evg conta 190'000 membri, riferisce Hb. In una recente stima, resa nota da Spiegel, il sindacato Gdl detiene la maggioranza in 16 delle circa 300 officine, l'Evg invece in tutte le altre.

La vertenza arriva in un momento particolarmente difficile

Al netto di tutto, la vertenza arriva in un momento particolarmente difficile per Deutsche Bahn. Con 30 miliardi di euro (32,4 miliardi di franchi) di debiti, 4 miliardi di perdite lo scorso anno e 1,4 miliardi di perdite nette nel primo semestre del 2021 l'azienda è in una fase di crisi profonda.

Secondo i molti critici, la struttura aziendale è disfunzionale, la gestione è inefficiente e le misure di austerità condotte dal proprietario, lo Stato, finora non hanno prodotto gli effetti sperati.

SDA