La Giunta militare rilascia l'ex presidente Keita

ATS

27.8.2020 - 17:40

Ibrahim Boubacar Keita era stato arrestato dai militari il 18 agosto nella sua residenza di Bamako (nella foto).
Source: Keystone/EPA/STR

La giunta militare che ha preso il controllo del Mali ha rilasciato l'ex presidente Ibrahim Boubacar Keita, arrestato e costretto alle dimissioni durante il golpe del 18 agosto.

Lo riporta il giornale «Jeune Afrique», che, citando fonti della famiglia di Keita, specifica che l'ex presidente è stato rilasciato questa mattina all'alba ed accompagnato da un team delle Forze Speciali nella sua residenza nella capitale Bamako.

«Il presidente è libero nei suoi movimenti, è a casa sua», ha dichiarato all'Afp una portavoce della giunta, la quale ha anche annunciato su Facebook che «l'ex presidente Ibrahim Boubacar Keita è stato liberato».

Il 75enne, che era in carica da sette anni, sempre secondo le fonti della famiglia citate dal quotidiano, avrebbe espresso il desiderio di poter andare ad Abu Dhabi, dove in passato si è recato per sottoporsi a controlli medici.

Dimissioni «per evitare un bagno di sangue»

Dopo aver annunciato le sue dimissioni «per evitare un bagno di sangue», Keita è rimasto detenuto a Kati, la base militare vicina alla capitale dove la scorsa settimana era iniziato l'ammutinamento dei militari.

Nei giorni scorsi ha ricevuto la visita di rappresentanti dell'Onu e della Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (Ecowas) ai quali ha espresso il suo desiderio di non essere reinsediato al suo incarico, come richiesto dall'organismo regionale.

L'annunciata liberazione di Keita appare come un gesto di buona volontà nei confronti dell'Ecowas, i cui rappresentanti si riuniranno domani in un vertice per decidere, dopo le sanzioni iniziali, se aumentare o meno la pressione sulla giunta.

Tornare alla home page

ATS