Crimini contro l'umanità

Gli Indios denunciano Bolsonaro all'Aja per genocidio ed ecocidio

SDA

10.8.2021 - 14:52

È la prima volta che gruppi di rappresentanza degli indios brasiliani si rivolgono direttamente all'Aja contro il capo dello Stato Jair Bolsonaro. (Immagine d'archivio del 4 agosto)
È la prima volta che gruppi di rappresentanza degli indios brasiliani si rivolgono direttamente all'Aja contro il capo dello Stato Jair Bolsonaro. (Immagine d'archivio del 4 agosto)
Keystone

L'Articolazione dei popoli indigeni del Brasile (Apib) ha presentato una denuncia contro il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, presso il Tribunale internazionale dell'Aja, per «genocidio» durante la pandemia di Covid-19 e per «ecocidio».

SDA

10.8.2021 - 14:52

«Riteniamo che in Brasile siano in corso atti che costituiscono crimini contro l'umanità, genocidio ed ecocidio. Data l'incapacità dell'attuale sistema giudiziario brasiliano di indagare, perseguire e giudicare questi comportamenti, denunciamo questi atti alla comunità internazionale, mobilitando la Corte penale internazionale», afferma in una nota il coordinatore legale di Apib, Eloy Terena.

Apib – un'associazione nazionale di enti che rappresentano i popoli indigeni del Brasile – ha informato di aver presentato come base per le denunce i rapporti di vari leader indigeni, documenti ufficiali e note tecniche, oltre a ricerche accademiche.

È la prima volta che gruppi di rappresentanza degli indios brasiliani si rivolgono direttamente all'Aja contro il capo dello Stato. Secondo Apib, tutti i documenti presentati forniscono prova di «pianificazione ed esecuzione di una politica anti-indigena esplicita, sistematica e intenzionale guidata da Bolsonaro».

SDA