Colloqui di Vienna

Iran: Araghchi, accordo nucleare vicino, altre parti decidano

SDA

20.6.2021 - 14:22

Il capo negoziatore iraniano Abbas Araghchi (centro) con il rappresentante di Teheran presso l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) Kazem Gharib Abadi (alla sua sinistra) e il vice segretario generale e direttore politico del servizio europeo per l'azione esterna Enrique Mora (alla sua destra) davanti all'albergo di Vienna in cui si tengono i colloqui.
Keystone

«Siamo vicini ad un accordo, ma non è facile coprire la distanza rimasta. È ora che le altre parti nei negoziati prendano una decisione», ha detto il viceministro degli esteri iraniano Abbas Araghchi, capo negoziatore ai colloqui di Vienna sul nucleare ripresi oggi.

SDA

20.6.2021 - 14:22

Parlando alla televisione iraniana nella capitale austriaca, Araghchi ha precisato che oggi è l'ultimo giorno della sesta tornata di trattative e le parti hanno svolto finora «un lavoro intenso». «Tutti i documenti sono quasi pronti – ha aggiunto – e i negoziatori sospenderanno i colloqui per alcuni giorni per ritornare alle loro capitali per le consultazioni e le decisioni da prendere».

I colloqui indiretti tra l'Iran e gli Usa, con la mediazione dei paesi europei, della Russia e della Cina, per il ritorno di Washington nell'intesa del 2015 e la revoca delle sanzioni, sono ripresi dopo l'elezione dell'ultraconservatore Ebrahimi Raisi a presidente dell'Iran.

SDA