Israele

Appello di Netanyahu a Bennett-Saar per un governo delle destre: «Tornate a casa»

SDA

31.3.2021 - 19:53

Appello del primo ministro uscente Benjamin Netanyahu per un governo delle destre in Israele
Keystone

In un primo commento all'esito delle elezioni politiche del 23 marzo, Benyamin Netanyahu ha fatto appello a due esponenti di destra – Naftali Bennett (Yemina) e Gideon Saar (Nuova speranza) – a partecipare a un governo guidato dal Likud.

SDA

31.3.2021 - 19:53

«Tornate a casa», ha detto il premier israeliano in un appello televisivo. Riferendosi alle aspre critiche mossegli da entrambi nella campagna elettorale, Netanyahu ha ammesso: «In passato abbiamo avuto dissensi, ma abbiamo saputo superarli. Il popolo si è espresso e vuole un governo stabile e nazionale».

Netanyahu ha aggiunto che in base ai risultati delle elezioni è possibile adesso formare una coalizione di governo omogenea di destra che godrebbe in parlamento di una maggioranza solida di 65 deputati su 120. Egli dispone del sostegno di 52 deputati (30 del Likud, 16 dei partiti ortodossi e 6 del «Sionismo religioso"). Alla guida di Yemina, Bennett ha ottenuto 7 seggi, mentre «Nuova speranza», il partito di Saar, ne ha avuti 6.

Ma in campagna elettorale Saar – che mesi fa è uscito polemicamente dal Likud – si è impegnato con forza per la sostituzione di Netanyahu alla guida del Paese. Con toni più sfumati, anche Bennett ha lanciato accuse veementi nei suoi confronti e si è presentato come un leader politico indipendente non schierato a priori né con i sostenitori del premier né con i suoi oppositori.

SDA