Ucraina

Londra non esclude aiuto militare a Kiev se Mosca attacca

SDA

10.2.2022 - 11:51

Il premier britannico Boris Johnson, qui a Bruxelles con il capo della Nato Jens Stoltenberg, non ha escluso un aiuto militare a Kiev se Mosca attacca.
Keystone

Il primo ministro britannico Boris Johnson non ha escluso la possibilità che il Regno Unito assista militarmente l'Ucraina in caso di un attacco da parte della Russia.

SDA

10.2.2022 - 11:51

Johnson, a Bruxelles per un incontro con il capo della Nato Jens Stoltenberg, ha inoltre annunciato un maggior contributo di Londra alle forze Nato dislocate nell'est dell'Europa. «Se manteniamo la nostra unità, con un mix tra forte deterrenza e diplomazia, possiamo trovare una via d'uscita alla crisi, ma il momento è molto teso», ha detto.

Dal canto suo Stoltenberg, ha dichiarato di aver «scritto oggi al ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov per invitare la Russia a nuovi negoziati al Consiglio Nato-Russia e trovare una soluzione diplomatica».

Il capo della Nato ha ricordato la posizione attuale dell'Alleanza atlantica, di disponibilità al negoziato su diversi punti chiave, come la «trasparenza», «il disarmo», «il piazzamento dei missili», sia nucleari che tradizionali, ma nessun compromesso sui principi base, tra i quali la politica delle porte aperte e la possibilità di «difendere tutti gli alleati», dunque un no netto al ritorno dello status quo al 1997.

«La prossima settimana ci sarà la ministeriale Difesa alla Nato e si discuterà della possibilità di dislocare gruppi di battaglia nel quadrante sud-orientale dell'Alleanza», ha detto Stoltenberg. «Con la sua politica di aggressione la Russia ottiene più Nato, e non meno».

SDA