Risorse non convenzionali Carenza d'acqua, in Marocco si scommette sulla desalinizzazione

SDA

7.7.2023 - 18:29

La Diaea, Direzione dell'irrigazione e della pianificazione territoriale agricola, prevede di istituire sette sistemi di irrigazione che comprendono anche il mare desalinizzato in Marocco. (Foto simbolica)
La Diaea, Direzione dell'irrigazione e della pianificazione territoriale agricola, prevede di istituire sette sistemi di irrigazione che comprendono anche il mare desalinizzato in Marocco. (Foto simbolica)
Keystone

Levare il sale all'acqua di mare. Il deficit idrico di questi ultimi cinque anni costringe il Marocco a immaginare risorse idriche non convenzionali.

7.7.2023 - 18:29

Per questo la Diaea, Direzione dell'irrigazione e della pianificazione territoriale agricola, prevede di istituire sette sistemi di irrigazione che comprendono anche il mare desalinizzato.

Il settore agricolo consuma ogni anno l'85% dell'acqua. Il progetto Diaea è particolarmente ambizioso e punta a coprire una superficie agricola totale di 71'000 ettari, distribuiti su sette aree in diverse regioni del Paese, incluse le città di Marrakech e Oualidia.

L'implementazione di questi sistemi di irrigazione sarà effettuata attraverso partenariati pubblico-privato, che consentiranno la collaborazione e il cofinanziamento tra lo Stato e il settore privato. Queste partnership riguarderanno la progettazione, la costruzione e il funzionamento degli impianti di desalinizzazione dell'acqua di mare, nonché i sistemi di irrigazione necessari nelle aree interessate.

Il progetto sarà oggetto di un approfondito studio di fattibilità prima della sua concreta attuazione. Il 2022 è stato l'anno più caldo registrato in Marocco negli ultimi 40 anni. Di fronte al cambiamento climatico evidente, il governo si è impegnato a mitigare gli impatti sull'agricoltura attuando un programma di 10 miliardi di dirham (10 milioni di franchi circa).

SDA