In Birmania 75 bambini uccisi e 1000 persone arrestate

SDA

16.7.2021 - 12:42

Secondo l'Onu la situazione dei bambini nel Paese è grave.
Keystone

Dal golpe militare in Birmania 75 bambini sono stati uccisi e 1000 sono detenuti arbitrariamente. Moltissimi altri sono privati delle cure mediche e dell'istruzione essenziali, secondo informazioni ottenute dal Comitato delle Nazioni Unite per i diritti dell'infanzia.

SDA

16.7.2021 - 12:42

«I diritti dei bambini in Birmania stanno affrontando un attacco che rischia di lasciare un'intera generazione danneggiata», avverte il Comitato in una nota pubblicata oggi a Ginevra. Per la presidente del Comitato, Mikiko Otani, i bambini sono di fatto «sotto assedio».

I bambini in Birmania, denuncia l'Onu, «sono esposti ogni giorno a violenza indiscriminata, sparatorie casuali e arresti arbitrari. Hanno pistole puntate contro di loro e vedono lo stesso accadere ai loro genitori e fratelli».

Il Comitato, composto da 18 esperti indipendenti, condanna l'uccisione di bambini da parte della giunta e della polizia. «Alcune vittime sono state uccise nelle loro stesse case», afferma. Gli esperti deplorano la detenzione arbitraria di bambini nelle stazioni di polizia, nelle carceri e nei centri di detenzione militari.

Secondo quanto riferito, le autorità militari prendono in ostaggio bambini quando non sono in grado di arrestare i loro genitori, precisa la nota. Tra le persone detenute c'è una bambina di cinque anni nella regione di Mandalay il cui padre ha aiutato a organizzare le proteste contro la giunta.

Gli esperti si dicono inoltre profondamente preoccupati per la grave interruzione delle cure mediche e dell'istruzione nel Paese, nonché per l'accesso all'acqua potabile e al cibo per i bambini nelle aree rurali. «Se questa crisi continua, un'intera generazione di bambini rischia di subire profonde conseguenze fisiche, psicologiche, emotive, educative ed economiche, privandoli di un futuro sano e produttivo», deplora il Comitato.

SDA