ONU: Guterres, "populismo avanza"

ATS

25.9.2018 - 17:59

"Le società diventando più frammentate, il multilateralismo è attaccato proprio quando ne abbiamo più bisogno. Il mondo soffre di mancnaza di fiducia nei confronti dell'estabilishment", ha detto il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres aprendo a New York la 73esima Assemblea Generale.
Source: KEYSTONE/EPA/PETER FOLEY

"Il mondo è più connesso, ma le società diventano più frammentate. Il multilateralismo è sotto attacco proprio quando ne abbiamo più bisogno". Lo ha detto il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres aprendo a New York la 73esima Assemblea Generale

Poco prima dell'intervento del presidente americano Donald Trump, Guterres ha ribadito le sue preoccupazioni: "Il mondo soffre di un caso di 'disturbo da deficit di fiducia'". "Le persone stanno perdendo fiducia nell'establishment - ha continuato -. Il populismo è in marcia, e tra i paesi la cooperazione è più difficile".

"Migranti e rifugiati - ha proseguito il segretario generale - continuano a subire discriminazioni nel contesto di una cooperazione internazionale chiaramente insufficiente (...). Chi chiude i confini alla migrazione regolare alimenta solo il lavoro dei trafficanti". Per Guterres "l'approvazione dei patti su rifugiati e migranti è un segno di speranza, ma c'è ancora molta strada per riconciliare il rispetto dei diritti delle persone in movimento con i legittimi interessi degli stati".

Sul clima - ha detto Guterres - "abbiamo raggiunto un momento cruciale, se non cambiamo rotta nei prossimi due anni, rischiamo cambiamenti climatici incontrollati". "I cambiamenti climatici si stanno muovendo più velocemente di noi, serve maggiore ambizione e un maggiore senso di urgenza", ha aggiunto, ribadendo che bisogna "garantire l'attuazione dell'Accordo di Parigi".

"La prossima conferenza COP24 in Polonia, a dicembre, sarà un momento chiave, deve essere un successo - ha continuato - La buona notizia è che la tecnologia è dalla nostra parte, l'energia pulita e' più accessibile e competitiva che mai e se perseguiamo la strada giusta, l'azione sul clima potrebbe aggiungere 26 mila miliardi di dollari all'economia globale entro il 2030".

Tornare alla home page

ATS