Prof decapitato: i fermi salgono a 15, tra cui 4 studenti

ATS

19.10.2020 - 18:18

I fiori fuori dalla scuola dove lavorava il professore di storia ucciso (foto d'archivio)
Source: KEYSTONE/AP/Michel Euler

Quindici persone, tra cui quattro studenti, sono state poste in stato di fermo nel quadro dell'inchiesta sul prof di storia ritrovato decapitato nella banlieue di Parigi.

Secondo radio Europe 1, il 18enne attentatore avrebbe distribuito soldi, almeno 300 euro cash, a diversi studenti per ottenere informazioni sul suo obiettivo.

Agli 11 già in stato di fermo da sabato, quindi, se ne sono aggiunti oggi 4, secondo quanto si apprende da fonti dell'inchiesta. Fra questi, gli studenti della scuola di Conflans-Sainte-Honorine. Secondo le fonti, l'insegnante sarebbe stato «indicato» all'assassino, Abdoullakh Anzorov, «da uno o più studenti, a quanto sembra dietro remunerazione».

I fermi puntano, quindi, a determinare le eventuali responsabilità degli allievi nella vicenda. Un altro dei 15 fermati – si apprende – è una persona «già condannata per fatti legati al terrorismo e che ha spontaneamente dichiarato di essere stato in contatto con l'autore del delitto».

Intanto, l'omaggio a Samuel Paty si terrà alla Sorbona, mercoledì prossimo, a partire dalle ore 19:00.

Tornare alla home page

ATS