Guerra in Ucraina Peskov: «Putin non rifiuta il dialogo, ma Zelensky è illegittimo»

SDA

16.6.2024 - 13:03

L'altro ieri Vladimir Putin aveva ribadito le sue condizioni di pace: chiede in particolare che Kiev rinunci all'adesione alla NATO e alle quattro regioni annesse da Mosca nella parte orientale del paese. (Immagine d'archivio di giugno)
L'altro ieri Vladimir Putin aveva ribadito le sue condizioni di pace: chiede in particolare che Kiev rinunci all'adesione alla NATO e alle quattro regioni annesse da Mosca nella parte orientale del paese. (Immagine d'archivio di giugno)
Keystone

«Il presidente russo Vladimir Putin non rifiuta i negoziati con l'Ucraina, ma il loro esito deve essere approvato dal legittimo governo ucraino. Volodymyr Zelensky non appartiene a questa categoria». Lo afferma il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, stando a quanto scrive l'agenzia di stampa ufficiale russa Tass.

16.6.2024 - 13:03

Zelensky, il capo dello Stato ucraino, «non è la persona con cui si può registrare un accordo per iscritto perché de jure questa registrazione sarà illegittima».

«Tuttavia, Putin non rifiuta nulla, non rifiuta la possibilità di negoziati, secondo la costituzione del paese», ha aggiunto Peskov.

«Zelensky dovrebbe pensare all'offerta di pace di Putin perché la situazione militare a Kiev è peggiorata», ha anche detto il portavoce.

L'altro ieri il capo del Cremlino aveva ribadito le sue condizioni di pace: chiede in particolare che Kiev rinunci all'adesione alla NATO e alle quattro regioni annesse da Mosca nella parte orientale del paese.

SDA