Maiorca «spintoni e caos per fuggire» dall'aereo

SDA

11.11.2021 - 13:45

Agenti sulla pista dello scalo la sera dei fatti.
Keystone

«Spintoni» al personale, atteggiamenti «aggressivi» e «caos»: è quanto sarebbe accaduto a bordo del volo Casablanca-Istanbul atterrato d'emergenza lo scorso venerdì a Palma di Maiorca e da cui oltre 20 passeggeri sono fuggiti, secondo la giudice che indaga sul caso.

SDA

11.11.2021 - 13:45

Lo hanno riportato diversi media iberici, citando la risoluzione con cui la magistrata ha stabilito il carcere preventivo per tutti e 12 gli arrestati finora per presunti legami con quanto avvenuto. L'episodio ha costretto le autorità aeroportuali a bloccare lo scalo per circa tre ore.

Nel documento citato, la giudice afferma inoltre che l'equipaggio dell'aereo, temendo per la propria integrità fisica, ha preferito non chiudere le porte del velivolo mentre si svolgeva un'operazione di assistenza sanitaria a un passeggero, il motivo per cui è avvenuto l'atterraggio a Palma.

Un'emergenza medica sulla cui entità permangono molti dubbi: sebbene un medico che si trovava sul volo (e che poi non ha partecipato alla fuga) abbia indicato che questa persona aveva effettivamente bisogno di aiuto, una volta a terra il personale sanitario che l'ha assistito non ha notato particolari necessità. L'uomo è stato poi arrestato, insieme a un suo accompagnatore.

Gli inquirenti sospettano che la fuga fosse stata pianificata in precedenza: su un gruppo Facebook marocchino, un post pubblicato a luglio suggeriva infatti a giovani interessati a emigrare di mettere in atto una serie di azioni praticamente identica ai fatti avvenuti venerdì, per forzare un atterraggio in Spagna.

Secondo la giudice, è plausibile che almeno una parte dei fuggitivi si conoscesse. Una ipotesi negata dalle difese degli accusati, riporta l'agenzia Europa Press. Altre 12 persone risultano ancora ricercate: la polizia crede che almeno due abbiano già lasciato Maiorca.

SDA