COVID-19, Trump: «La risposta degli Stati Uniti è la migliore»

ATS

19.4.2020 - 08:16

Il presidente Donald Trump all'abituale briefing alla casa bianca
Source: KEYSTONE/AP/Patrick Semansky

Donald Trump ha aperto il suo briefing sul coronavirus accusando i media di non riportare le statistiche che mostrano come gli Stati Uniti stiano avendo risultati migliori rispetto a quelli di qualsiasi altro Paese.

Abbiamo «il tasso di mortalità pro capite, il più basso delle nazioni dell'Europa occidentale con l'unica eccezione forse della Germania». La Spagna, ha sottolineato, ha un tasso quasi quattro volte superiore a quello degli Stati Uniti, secondo Trump.

Il tasso di mortalità da coronavirus negli Stati Uniti è di 11,24 decessi ogni centomila persone, afferma Deborah Birx, coordinatrice della task force Usa contro il Covid-19.

732.197 contagi confermati

Il bilancio delle vittime del coronavirus negli Stati Uniti è salito di 1.891 casi nelle ultime 24 ore, raggiungendo quota 38.664, secondo il report della Johns Hopkins University. Si contano 732.197 contagi confermati: è il maggior numero di casi di virus e decessi di qualsiasi Paese del mondo.

In Europa i morti sono ormai oltre 100.000, i due terzi delle 157.539 vittime in tutto il mondo.

Secondo il Washington Post le industrie americane hanno spedito in Cina in gennaio e in febbraio mascherine e altro materiale protettivo per diversi milioni di dollari con l'incoraggiamento del governo federale, una mossa che sottolinea l'incapacità dell'amministrazione Trump di riconoscere la minaccia della pandemia per gli Usa e di prepararsi all'emergenza.

In quei due mesi il valore delle mascherine e dell'altro equipaggiamento esportato è cresciuto di oltre il 1000% comparato con lo stesso periodo dell'anno prima, passando da 1,4 milioni di dollari a circa 17,6 milioni.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS