Diplomatici

Oltre 130 le vittime statunitensi della «sindrome dell'Avana»

SDA

13.5.2021 - 17:16

Gli insoliti attacchi contro i diplomatici Usa segnalati per la prima volta a Cuba nel 2016, tanto da essere definiti 'sindrome dell'Avana', hanno ad oggi colpito più di 130 membri del personale americano di stanza all'estero, dal dipartimento di Stato al Pentagono e alla Cia.

Il Pentagono.
Il Pentagono.
sda

SDA

13.5.2021 - 17:16

Lo riferisce il New York Times, sottolineando che decine di altri casi sono venuti alla luce quando l'amministrazione di Joe Biden ha intensificato gli sforzi per indagare sul fenomeno, che inizialmente si pensava fosse concentrato in Cina e a Cuba, ma che ora è stato documentato in tutta l'Europa e in Asia.

I misteriosi disturbi, che alcuni esperti ritengono causati da energia a microonde, hanno provocato in alcuni membri del personale statunitense lesioni cerebrali permanenti e problemi di salute cronici.

Secondo quanto riportato, inoltre, i dottori del Walter Reed Medical Center di Bethesda, in Maryland, il più grande centro medico militare degli Stati Uniti e l'ospedale dei presidenti, hanno avvertito che alcune vittime sono vulnerabili al suicidio.

SDA