Stati Uniti

Liz Cheney rimossa dai repubblicani per critiche a Trump

SDA

12.5.2021 - 16:42

Liz Cheney (nella foto d'archivio) è stata rimossa dal suo incarico al Congresso americano per le critiche rivolte all'ex presidente Donald Trump
Keystone

Liz Cheney, la terza carica del partito repubblicano alla Camera dei Rappresentanti del Congresso americano, è stata rimossa dal suo incarico per aver criticato l'ex presidente Donald Trump. Intanto una fronda che lotta contro l'ex presidente minaccia di scindere il partito.

SDA

12.5.2021 - 16:42

«Continuerò a combattere le pericolosissime bugie dell'ex presidente Donald Trump»: sono le prime parole di Liz Cheney dopo la rimozione dal suo incarico.

«Farò qualunque cosa è nelle mie possibilità per evitare che Donald Trump possa di nuovo avvicinarsi in qualunque maniera allo Studio Ovale», ha aggiunto Liz Cheney, assicurando di voler «guidare questa battaglia per creare un partito repubblicano più forte in un futuro senza Trump».

Cheney in particolare ha più volte denunciato quelle che definisce le menzogne di Trump sulle elezioni presidenziali truccate e ha attaccato l'ex presidente per i sanguinosi fatti del 6 gennaio con l'assalto al Congresso.

Fronda anti-Trump, 100 repubblicani minacciano la scissione

Oltre cento repubblicani anti-Trump minacciano la scissione, uscendo dal partito per fondare una loro formazione. Un'ipotesi che potrebbe essere accelerata dalla rimozione di Liz Cheney dai suoi incarichi.

Secondo il New York Times, una lunga lista di membri del Grand Old Party – inclusi ex governatori, membri del Congresso ed ex funzionari eletti – ha preparato una lettera manifesto in cui si afferma la volontà di volersi liberare dalla morsa dell'ex presidente.

«Quando nella nostra repubblica democratica sorgono forze di cospirazione, divisione e dispotismo, è dovere patriottico dei cittadini agire collettivamente in difesa della libertà e della giustizia», si legge nel preambolo della dichiarazione che dovrebbe essere pubblicata nelle prossime ore.

«Questo è solo un primo passo», ha spiegato Miles Taylor, ex funzionario del dipartimento per la sicurezza interna dell'era Trump e uno degli organizzatori della fronda. «Oltre 100 repubblicani di spicco pensano che la situazione sia diventata così disastrosa con il Gop che è il momento di considerare seriamente se un'alternativa possa essere l'unica opzione».

SDA