Guaidó: «In piazza per la consultazione popolare»

SDA

12.12.2020 - 12:53

Il leader oppositore Juan Guaidó ha rivolto un ultimo appello ai venezuelani a «vincere la paura» e a «impossessarsi della piazza» partecipando oggi alla consultazione popolare da lui indetta.

Juan Guaidó invita la popolazione a scendere in piazza contro la "truffa elettorale di domenica scorsa".
Keystone

L'azione ha l'obiettivo di denunciare di nuovo il «regime illegittimo (del presidente Nicolás) Maduro», organizzatore della «truffa elettorale di domenica scorsa».

La manifestazione odierna dell'opposizione conclude una settimana in cui dal 7 dicembre i venezuelani hanno potuto manifestare online il loro appoggio alla leadership di Guaidó, autorizzandone di fatto la autoproclamata presidenza ad interim anche dopo il 5 gennaio 2021, quando si insedierà la nuova Assemblea nazionale (An) controllata dal governo.

Di fronte a questa situazione, anche Maduro ha rivolto un appello ai suoi sostenitori a scendere in piazza oggi in tutto il Venezuela per celebrare la vittoria nella recente consultazione elettorale che ha assegnato al governativo «Gran Polo Patriótico» 253 dei 274 seggi in gioco.

Gli organizzatori della consultazione popolare hanno reso noto che i centri per manifestare l'appoggio alla iniziativa di Guaidó apriranno alle 08.00 (le 13.00 in Svizzera) in tutto il Venezuela, e lo faranno anche in 300 città di tutto il mondo.

Nel suo ultimo messaggio via Twitter, il leader oppositore ha sottolineato: «Non ci arrenderemo, domani (oggi, ndr.) andremo insieme ad alzare la voce per recuperare il nostro paese, per i sogni di tutti».

Tornare alla home page

SDA