Venezuela

Venezuela: Maduro e Guaidó avvicinano posizioni per dialogo

SDA

27.5.2021 - 08:43

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro e il leader dell'opposizione Juan Guaidó hanno per la prima volta detto di essere disposti a un dialogo per mettere fine alla lunga crisi che attanaglia il Venezuela, accettando una mediazione della Norvegia.
Il presidente venezuelano Nicolás Maduro e il leader dell'opposizione Juan Guaidó hanno per la prima volta detto di essere disposti a un dialogo per mettere fine alla lunga crisi che attanaglia il Venezuela, accettando una mediazione della Norvegia.
Keystone

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro e il leader dell'opposizione Juan Guaidó hanno per la prima volta detto di essere disposti a un dialogo per mettere fine alla lunga crisi che attanaglia il Venezuela, accettando una mediazione della Norvegia.

SDA

27.5.2021 - 08:43

Prendendo la parola ieri in un incontro pubblico, Maduro è entrato direttamente nel tema: «In Venezuela è in cammino un dialogo, e sono d'accordo che il governo della Norvegia si ponga al centro di esso». Ma, ha aggiunto, «pongo sul tavolo tre punti chiave per il suo sviluppo: la revoca di tutte le sanzioni, il riconoscimento dell'Assemblea nazionale (nata dalle elezioni del 6 dicembre 2020, ndr) e dei poteri costituiti, e la restituzione dei conti bancari e degli attivi alle istituzioni dello Stato venezuelano».

Maduro ha proseguito: «Sono contento di aver forzato e sconfitto la destra estremista che abbiamo fatto arrivare ad elezioni attraverso un tavolo di dialogo nazionale». Ed ha poi chiesto: «Volete negoziare? Ci sono i tre punti...e se vanno bene andiamo dove e quando volete e ci sediamo ad un tavolo. Volete venire alle elezioni del 21 novembre? Bene, misureremo la nostra forza».

Da parte sua Guaidó in una conferenza stampa a Caracas ha affermato di essere disposto a portare avanti con i «nostri alleati» il processo di negoziazione con il chavismo per cercare una soluzione alla «tragedia» che sta vivendo il Paese. «Siamo pronti e desiderosi di andare avanti – ha assicurato – e c'è unità per raggiungere un accordo di salvezza nazionale». Dopo aver ringraziato «il lavoro professionale e imparziale della Norvegia per un dialogo fruttifero, Guaidó ha annunciato che a breve designerà i delegati per il futuro dialogo.

Infine il leader oppositore ha sostenuto che le nuove conversazioni contano con il sostegno di Stati Uniti, Unione europea (Ue) e Spagna, salutando la decisione dell'ex candidato presidenziale Henrique Capriles di unirsi agli sforzi per raggiungere un accordo di salvezza nazionale.

SDA