Venezuela

Venezuela: l'opposizione parteciperà alle elezioni, Maduro: «Preparo i pop corn»

SDA

1.9.2021 - 10:04

La Plataforma Unitaria, meccanismo che raggruppa in Venezuela i principali partiti politici aderenti alla Mesa de la Unidad Democrática (Mud), alleati con il leader dell'opposizione Juan Guaidó, ha confermato che parteciperà alle elezioni del 21 novembre.
La Plataforma Unitaria, meccanismo che raggruppa in Venezuela i principali partiti politici aderenti alla Mesa de la Unidad Democrática (Mud), alleati con il leader dell'opposizione Juan Guaidó, ha confermato che parteciperà alle elezioni del 21 novembre.
Keystone

La Plataforma Unitaria, meccanismo che raggruppa in Venezuela i principali partiti politici aderenti alla Mesa de la Unidad Democrática (Mud), alleati con il leader dell'opposizione Juan Guaidó, ha confermato che parteciperà alle elezioni del 21 novembre.

SDA

1.9.2021 - 10:04

Formulando l'annuncio, Henry Ramos Allup, segretario generale di Acción Democrática' (Ad), ha sottolineato l'esistenza di 3.802 candidati che parteciperanno al voto per eleggere i governatori ed i sindaci, nonché i membri dei consigli regionali e comunali.

Questa decisione, notano gli analisti a Caracas, mette fine a tre anni di assenza delle forze politiche di opposizione dalle elezioni venezuelane, boicottate per una asserita mancanza di libertà e trasparenza.

I partiti che hanno confermato l'adesione alla Piattaforma unitaria sono: Un Nuevo Tiempo, Primero Justicia, Acción Democrática, Copei, Voluntad Popular, Movimiento Progresista de Venezuela e Convergencia.

In una dichiarazione congiunta consegnata ai media si dice che l'alleanza oppositrice «annunciato alla comunità nazionale e internazionale la sua partecipazione al processo delle elezioni regionali e comunali di novembre con la scheda della Mud» (Tavolo dell'unità democratica).

Si deve infine segnalare che delegazioni del governo e dell'opposizione sono impegnate in un dialogo ospitato dal Messico, facilitato dalla Norvegia e accompagnato da Russia e Olanda. Dopo un primo round di colloqui avvenuto in agosto, le parti si vedranno nuovamente dal 3 al 6 settembre a Città del Messico.

Si fa sentire anche il presidente Nicolas Maduro

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha manifestato «gioia» per l'annuncio da parte dell'opposizione riunita nella Plataforma Unitaria di una partecipazione alle elezioni regionali e comunali del 21 novembre 2021.

Durante un incontro con i candidati del Partito socialista unito del Venezuela (Psuv) all'appuntamento elettorale di novembre trasmesso dalla tv statale, Maduro ha sostenuto che «il gesto politico oppositore è degno di applausi».

Il capo dello Stato ha quindi dichiarato: «Vi ringrazio, mi congratulo con voi per questa decisione e invito tutti gli elettori simpatizzanti dell'opposizione a esercitare il loro diritto di voto».

Maduro: «Ho già ordinato i pop corn»

Inoltre, sorridendo scherzosamente, ha detto in allusione al suo principale oppositore di avere «già ordinato di comprare i popcorn perché spero di vedere Juan Guaidó votare e lo applaudirò».

Ogni voto, ha commentato, «è una scommessa sulla pace, sul dialogo, sulla riconciliazione, perché il chavismo ha memoria e non dimentica, ma ha la capacità di includere, abbracciare, perdonare e avanzare. nei grandi obiettivi che il Paese si pone».

D'ora in poi, ha concluso, «nessuno potrà mai più sognare di conquistare il potere senza passare dalle urne, perché i problemi i venezuelani devono risolverli fra di loro».

SDA