Xi: «La riunificazione di Taiwan è la missione storica del Pcc»

SDA

16.11.2021 - 14:49

La riunificazione di Taiwan alla Cina è una missione storica del Partito comunista cinese, secondo Xi Jinping
Keystone

Risolvere la questione di Taiwan e riunificare la Cina «è una missione storica e un impegno incrollabile del Partito comunista ed è anche un'aspirazione condivisa da tutta la nazione ed è essenziale per realizzare il ringiovanimento nazionale».

SDA

16.11.2021 - 14:49

Lo si legge nella «risoluzione storica» di Xi Jinping, approvata la scorsa settimana dal Plenum del Pcc.

«La legge anti-secessione fu fatta per contenere le forze dell'indipendenza di Taiwan, promuovere la riunificazione e sconfiggere tutti i tentativi di creare 'due Cine', 'una Cina, una Taiwan' e 'l'indipendenza di Taiwan'».

«Abbiamo mantenuto l'iniziativa e la capacità di guidare nelle relazioni attraverso lo Stretto», ha rimarcato la risoluzione secondo cui «il Partito si è avvicinato alle relazioni attraverso lo Stretto alla luce delle mutate circostanze dei tempi, ha arricchito la teoria sulla riunificazione nazionale e le politiche e i principi e ha lavorato per mantenere le relazioni nello Stretto sulla giusta strada».

Sotto tale aspetto, «il compagno Xi Jinping ha presentato una serie di idee e proposte importanti sul lavoro relativo a Taiwan, contribuendo così a sviluppare la politica generale del Partito per risolvere la questione nella nuova era. Abbiamo facilitato il primo incontro tra i leader delle due parti dal 1949» nel 2015, «così come il dialogo diretto e la comunicazione tra di loro. Guidato dalla convinzione che siamo tutti della stessa famiglia, il Partito ha promosso lo sviluppo pacifico delle relazioni».

Dal 2016, tuttavia, «le autorità di Taiwan (con la salita al potere della presidente Tsai Ing-wen, ndr) hanno intensificato le attività separatiste volte all'indipendenza, che hanno gravemente compromesso lo slancio dello sviluppo pacifico delle relazioni. Sostenendo il principio di una sola Cina e il Consenso del 1992, ci opponiamo fermamente ai separatisti e alle interferenze straniere. Abbiamo mantenuto l'iniziativa e la capacità di guidare nelle relazioni attraverso lo Stretto», ha aggiunto la risoluzione.

SDA