Francia: sciolto gruppo estrema destra Génération Identitaire

SDA

3.3.2021 - 14:23

Francia, sciolto gruppo di estrema destra Génération identitaire
Keystone

Il gruppo di estrema destra francese Génération identitaire (GI) è stato sciolto oggi con decisione adottata nel Consiglio dei ministri. Lo ha annunciato un tweet del ministro dell'Interno, Gérald Darmanin.

SDA

3.3.2021 - 14:23

Il ministro ricorda che l'associazione «incita alla discriminazione, all'odio e alla violenza». E questo «nei confronti degli individui a causa della loro origine, della loro razza e della loro religione». Con la sua «forma e organizzazione militare», si legge nel decreto governativo di scioglimento, GI «può essere vista come organizzazione a carattere di milizia privata».

La procedura di scioglimento del gruppuscolo, contro la quale ha duramente protestato il Rassemblement National di Marine Le Pen, era stata lanciata a metà febbraio dal ministro Darmanin, citando i «legami con gruppi di ultradestra da cui GI riceve un appoggio logistico e che difendono un'ideologia che fa riferimento alla discriminazione, alla violenza o all'odio in nome di teorie razziste o di supremazia».

Nel decreto si ricorda anche che l'associazione ha ricevuto donazioni dal sovranista Brenton Tarrant, un australiano autore di attentati contro i fedeli di due moschee a Christchurh, in Nuova Zelanda, che hanno provocato 51 morti nel marzo 2019. Tarrant sarebbe stato un «membro benefattore» di GI, secondo la deposizione in commissione d'inchiesta dell'ex direttore del servizio antiriciclaggio del ministero dell'Economia, Bruno Dalles.

Lo scioglimento di Génération Identitaire arriva dopo che questo governo ha ottenuto quello di tre associazioni accusate di vicinanza con il movimento islamista, il Collettivo contro l'islamofobia, la Ong BarakaCity e il collettivo che porta il nome di Cheikh Yassine. Si tratta di scioglimenti decisi all'indomani della decapitazione del professor Samuel Paty, fuori dalla sua scuola in banlieue di Parigi, a ottobre.

Sciolta anche, negli ultimi mesi, la rappresentanza in Francia del gruppo ultranazionalista turco dei «Lupi grigi».

SDA