Airolo punta sul turismo sportivo

SwissTXT / pab

26.6.2020

La neve sarà l'elemento fondamentale
Ti-Press

Sono molti i lavori e le iniziative che nei prossimi tempi cambieranno radicalmente la regione di Airolo.

Il cantiere della nuova Valascia è già iniziato, i lavori per il raddoppio della galleria del San Gottardo lo faranno a breve e, tra i nuovi progetti, c'è anche quello di creare sui 27'000 metri quadri di copertura autostradale infrastrutture che attirino sportivi amatoriali e soprattutto esperti del settore.

«Il potenziale della Valle è quello di un turismo legato allo sport», ha confermato ai microfoni della RSI Francesca Pedrina, membro della Commissione Parco Gottardo.

«Se non si hanno idee non si realizza mai niente»

Il centro di freestyle è quasi ultimato e in arrivo ci sono altre strutture dedicate allo sport. La Valbianca, proprietaria degli impianti di risalita di Pescium, sembra pronta a buttarsi anche sull'innevamento artificiale: «Sarà un investimento obbligato», ha ammesso Giovanni Leonardi, presidente del CdA.

Un altro tassello che andrà ad aggiungersi alla nuova Airolo sarà l'USI, che potrebbe insediarsi nell'ex stabile della Posta. Una moltitudine di investimenti che avranno costi elevati.

Il sindaco del comune leventinese non sembra però preoccupato: «Se non si hanno idee non si realizza mai niente. In questo momento ci sono delle opportunità che bisogna saper cogliere. Ci sono dei progetti nei quali ci sarà un intervento dei privati».

Tornare alla home page