Mozione PPD

Assegno di 500 franchi per ogni bimbo nato o adottato a Chiasso

SwissTXT / red

22.1.2022

Ticino: prima infanzia. Nella foto, bambina (bambino) in fasce durante il cambio pannolino (bebè, lattante, neonato, neonata, bambini, infanzia, genitori, famiglia). © Ti-Press / Samuel Golay
Immagine d'illustrazione
archivio Ti-Press

Una mozione dei consiglieri comunali PPD di Chiasso propone un assegno di 500 franchi per ogni bimbo nato o adottato in città, allo scopo di contrastare il calo demografico riscontrato negli ultimi anni. Il Municipio ha però dato un preavviso negativo.

SwissTXT / red

22.1.2022

In 3 anni le nascite a Chiasso si sono dimezzate: gli abitanti sono infatti passati da 8'114 nel 2018 a 7'544 l'anno scorso, mentre dai 56 bambini nati nel 2018 si è arrivati esattamente alla metà nel 2021.

I consiglieri comunali PPD hanno quindi avanzato la proposta di donare 500 franchi alle famiglie che mettono al mondo o adottano un bambino. «Evidentemente ciò non influenzerà l’evoluzione negativa, ma l’obiettivo è comunque di conquistare con tanti piccoli passi il ruolo di città delle famiglie», spiegano i proponenti.

Il preavviso del Municipio a tale proposta è però negativo. Ci sono inoltre due rapporti commissionali: quello di minoranza, firmato da un consigliere comunale PPD e due socialisti, che è favorevole al buono spendibile sul territorio. Mentre il rapporto di maggioranza, di esponenti di Lega, PLR e UDC, si allinea all'Esecutivo cittadino e risponde picche.

«Abbiamo fornito delle spiegazioni legate soprattutto alle attività e ai servizi che il Comune già eroga alle famiglie. Offriamo il pre-asilo e il dopo asilo, la mensa per le scuole elementari, impianti sportivi, palestre. Detto in altre parole: per le famiglie offriamo già tantissimo e l’obiettivo principale del Municipio è quello di mantenere i servizi attuali», spiega ai microfoni della RSi il municipale Davide Dosi. Ora a doversi esprimere sarà il Legislativo.