Anche in Ticino?

Camera a prezzi stracciati per attirare clienti al ristorante dell'hotel

SwissTXT / pab

24.3.2021

Finalmente a cena...
Finalmente a cena...
iStock

Offrire una camera a prezzi stracciati per attirare clienti al ristorante dell'albergo. L'ordinanza federale per combattere il coronavirus prevede questa possibilità e qualche struttura alberghiera in Ticino l'ha colta offrendo promozioni mirate.

SwissTXT / pab

24.3.2021

Qualcuno però sembra essere andato oltre, facendo pagare solo la tassa di soggiorno. «Abbiamo ricevuto poche e puntuali segnalazioni, in particolare nel periodo del Capodanno, quando venivano segnalate delle offerte particolarmente allettanti per poter fare il cenone e poter pernottare a un prezzo contenuto», spiega ai microfoni della RSI Elia Arrigoni, responsabile dei Servizi generali della polizia cantonale.

«Eventuali offerte per pernottare gratuitamente a noi non sono note. Ma questo ovviamente non vuole dire che non ve ne siano state. Vi è un monitoraggio passivo delle offerte. Ma non posso garantire che non ce ne siano», prosegue.

«Fintanto che l'offerta è fatta senza un abuso di diritto, quindi per permettere a un ospite che desiderasse restare a dormire di farlo, è conforme all'ordinanza», aggiunge Arrigoni.

«È però presumibile - conclude - che non far pagare la stanza (ma solo la tassa di soggiorno, ndr.) possa dare quantomeno il dubbio che sia in corso un abuso di diritto. Ma va verificato nel caso concreto».

«Soluzione poco ortodossa, ma non mi sento di stigmatizzarla»

E cosa ne pensano i ristoratori? «Non so se bisogna parlare di scorrettezza o di opportunismo, - premette Massimo Suter, presidente di Gastroticino - ma è chiaro che in questa situazione di crisi bisogna trovare degli escamotages per salvare capra e cavoli. Forse è una soluzione poco ortodossa, ma non mi sento di stigmatizzarla troppo».