Ucraina

L'ondata di rifugiati ucraini pone grandi sfide ai Grigioni

danu, ats

28.4.2022 - 12:37

Le scuole pubbliche dei Grigioni ospitano già 100 bambini ucraini. Sono intanto circa 850 le persone rifugiate accolte nei Grigioni con il permesso di dimora "S". Per i Grigioni si tratta di una grande sfida. (foto simbolica)
Keystone

La fuga dall'Ucraina ha raggiunto dimensioni senza precedenti. Finora nei Grigioni sono stati accolti circa 850 richiedenti con lo statuto S. Le autorità prevedono che entro l'estate il numero possa raddoppiare. Pertanto si cercano sistemazioni adeguate nei comuni.

danu, ats

28.4.2022 - 12:37

Oggi a Coira il capo dell'Ufficio per la migrazione e il diritto civile dei Grigioni Marcel Suter ha spiegato ai media che offrire a tutti i rifugiati provenienti dall'Ucraina un tetto sopra la testa è un compito enorme. Secondo le stime della Segreteria di Stato della migrazione (SEM), nei Grigioni si attendono circa 1700 rifugiati entro la prossima estate.

Questa fuga da un territorio in guerra supera chiaramente ogni precedente, come il conflitto del Kosovo o l'ondata di rifugiati del 2015, quando il Cantone dei Grigioni ha dovuto accogliere 1155 rifugiati all'anno. Oggi Suter ha quindi fatto un appello urgente ai comuni affinché segnalino al più presto delle sistemazioni confacenti. Qualora non fosse possibile, il Governo retico dovrebbe distribuire i rifugiati tra i comuni in proporzione alla popolazione.

Degli 854 rifugiati registrati, 712 sono attualmente ospitati in alloggi privati, mentre 142 hanno trovato dimora in strutture collettive cantonali. Tutti godono di un sostegno finanziario da parte della Confederazione e del Cantone per l'assicurazione sanitaria e le spese domestiche. Tuttavia, il contributo è minore rispetto a quello garantito alla popolazione locale bisognosa, ha detto Mathias Kaufmann dell'Ufficio cantonale del servizio sociale grigionese durante la conferenza stampa. «Il sostegno finanziario copre le necessità di base, ma non garantisce una vita spensierata».

Serve personale supplementare

Un'ulteriore sfida è l'integrazione dei bambini in età scolare. I bambini ospitati negli alloggi collettivi vengono istruiti direttamente nella struttura analogamente agli altri richiedenti asilo. I bambini che vivono in case private vengono assegnati alle scuole pubbliche dei loro rispettivi comuni di residenza.

Quando ci sono molti bambini ucraini in una scuola, sono necessarie classi supplementari. Adrian Graf dell'Ufficio per la scuola elementare e lo sport ha spiegato che, a questo scopo, si stanno contattando insegnanti in pensione. Inoltre, gli insegnanti vengono istruiti dall'Alta scuola pedagogica dei Grigioni su come affrontare temi come il trauma, la guerra e la didattica delle lingue straniere.

Il cantone ha già aumentato il personale nei vari uffici competenti e ha creato posizioni supplementari per far fronte a tutti i compiti amministrativi. Inoltre Suter ha detto che le autorità possono chiedere aiuto all'esercito, alla protezione civile e al servizio civile. Ha rassicurato dicendo: «Ce la faremo. Abbiamo un tetto per tutti».

danu, ats