Il certificato Covid dopo aver fatto la spesa in Italia?

SwissTXT / pab

15.9.2021

A fare la differenza è il tampone
Immagine d'illustraazione
Ti-Press

Il Consiglio di Stato ticinese ritiene che chi torna in Ticino dopo aver fatto la spesa in Italia dovrà presentare il certificato Covid. E, se non è vaccinato o guarito dal Covid-19, al suo rientro dovrà portare con sé un tampone negativo.

SwissTXT / pab

15.9.2021

È infatti di settimana scorsa la notizia che il Consiglio federale, per evitare la diffusione del virus e delle sue varianti, ha avanzato due proposte per i non vaccinati di rientro in Svizzera dall'estero: un doppio test a distanza di qualche giorno, oppure tampone e quarantena.

Queste nuove disposizioni sono state poste dal Governo in consultazione ai Cantoni e il Consiglio di Stato ticinese ha preso così la sua posizione, ritenendo che anche chi vuole rientrare in Ticino dopo aver «solo» fatto la spesa in Italia debba presentare almeno presentare un certficato Covid.

E il Governo pensa anche a un obbligo di quarantena nel caso di chi rientra da Paesi a rischio.

Su questo tema molto dibattuto, il Consiglio federale esprimerà venerdì la sua decisione definitiva e la misura dovrebbe entrare in vigore lunedì 20 settembre.