Zero emissioni

In volo con un aereo elettrico, presentato a Lugano il Velis Electro

SwissTXT / pab

15.3.2021

Agno: presentazione primo aereo elettrico certificato, aeroporto Lugano Airport. Nella foto, il nuovo aereo elettrico della scuola di volo Avilu in dotazione a Lugano Airport. © Ti-Press / Samuel Golay
Nella foto, il nuovo aereo elettrico della scuola di volo Avilu in dotazione a Lugano Airport. 
Ti-Press

L'innovazione prende il volo in Ticino. È stato presentato allo scalo di Lugano l'aereo a zero emissioni Velis Electro.

SwissTXT / pab

15.3.2021

La società Avilu, che forma aviatori dal 1937, noleggerà il nuovo velivolo prossimamente. Ci sarà anche la possibilità di ottenere l'abilitazione come pilota per questo speciale mezzo.

Velis Electro è il primo modello certificato del suo genere. Ci sono voluti 12 anni per la progettazione da parte della compagnia slovena Pipistrel. Il nome vuole richiamare l'immagine dei velieri che navigano per mari e oceani, silenziosi e con la forza della sola energia proveniente dalla natura.

Meno emissioni per un brevetto

L'assenza di rumore e alcune caratteristiche tecniche richiamano l'esperienza a bordo di un aliante. Eppure, l'aereo ha tutte le sembianze del suo gemello con motore a benzina o cherosene.

La durata del volo è di 50 minuti, senza contare il tempo di autonomia stimato per le emergenze. Grazie a questa durata, il velivolo può essere preso in conto anche nelle lezioni di volo, che hanno regole ben precise sulla durata di ogni viaggio.

Almeno un terzo del tempo di volo necessario all'ottenimento di un brevetto può dunque essere fatto con questo aereo elettrico, riducendo l'impatto sull'ambiente. Non avendo, inoltre, il motore come i classici aeroplani, i costi di manutenzione sono ridotti.

Primo certificato in Svizzera

Nella Confederazione, questo modello - il primo tra altri 14 - è stato autorizzato dal 14 luglio dell'anno scorso. L'importatore ufficiale è il responsabile dell'azienda AlpinAirPlanes, Marc Corpataux, basato nel Canton Friburgo.

La sua intenzione è stata fin da subito quella di affittare i velivoli a dodici scuole di volo in tutto il Paese.