Lettera al Gran Consiglio

LIA, continua il pressing

SwissTXT

2.11.2018 - 19:02

Foto simbolica
Ti-Press

Male o malissimo.

Ecco il dopo-Lia per l'Unione delle associazioni dell'edilizia, i "padri" della Legge sulle imprese artigianali e del relativo albo che a tre giorni dal dibattito parlamentare tornano a far pressione sulla politica con una lettera inviata a Gran Consiglio e Consiglio di Stato ticinesi.

Tre pagine che non risparmiano critiche sia alla maggioranza dei partiti - che vorrebbe abrogare la normativa presentando al contempo misure alternative in una iniziativa - sia alla minoranza che invece vorrebbe modificare la Lia rendendola conforme al diritto federale.

La normativa voluta per combattere i padroncini non rispetta infatti la Legge federale sul mercato interno.

Tornare alla home page

SwissTXT