Giubiasco

Avrebbero sequestrato e minacciato un 20enne, due arresti

SwissTXT / pab

8.2.2021

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Ti-Press

Un 50enne bosniaco e un giovane sono stati arrestati con l’accusa di avere sequestrato e minacciato un 20enne. 

Lo riporta la RSI, spiegando che i fatti sarebbero avvenuti a Giubiasco, nella notte tra venerdì e sabato, quando i due e un terzo uomo, che fungeva da autista, avrebbero obbligato la vittima a salire sulla loro vettura. Il tutto nel tentativo di recuperare il denaro affidatole dietro la promessa di lucrosi investimenti nel settore finanziario.

Su cosa sia capitato durante il tragitto verso Locarno, i racconti divergono. Il 20enne sostiene di essere stato incappucciato e minacciato con una pistola. Arma che però, al pari del cappuccio, gli inquirenti non hanno trovato. «Niente di tutto ciò», ha replicato il 50enne, residente a Locarno con un permesso C e già indagato per stupefacenti. «Volevo aiutare il mio conoscente a riavere i soldi, sì. Ma non ho usato violenza, e nemmeno particolari pressioni».

Lo strano viaggio è terminato poco più tardi, a Solduno, dove i quattro hanno trascorso insieme il resto della nottata. Poi l’intervento della polizia. Il sostituto procuratore generale Nicola Respini ha chiesto la carcerazione preventiva dei due, su cui dovrà esprimersi ora il giudice dei provvedimenti coercitivi. Le accuse ipotizzate sono quelle di rapina, sequestro di persona, coazione e minaccia.

Tornare alla home page