Bellinzona

Si butta nel fiume Ticino per fuggire dalla Polizia e annega

sam

11.8.2021

La zona del Ponte Rosso dove è stato recuperato il corpo senza vita.
La zona del Ponte Rosso dove è stato recuperato il corpo senza vita.
archivio Ti-Press

Un corpo senza vita è stato recuperato dalle acque del Ticino, poco dopo le 10, all'altezza del Ponte Rosso di Galbisio. Si tratta di quello di un uomo che, poco prima, si era lanciato nel fiume nel tentativo di fuggire da alcuni agenti.

sam

11.8.2021

Lo comunica proprio la Polizia cantonale, spiegando la dinamica di quanto accaduto, ossia che in mattinata, poco prima delle 7.30, era stato segnalato un furto in un appartamento in via Belsoggiorno a Bellinzona e che, in breve tempo, è scattato un dispositivo di ricerca, nell'ambito del quale un'auto segnalata è stata avvistata in un parcheggio nelle vicinanze di un distributore di benzina a Molinazzo.

Al giungere di una pattuglia di polizia un uomo si è dato alla fuga a piedi in direzione del fiume Ticino. Giunto al fiume vi è appunto entrato e in balia della corrente è finito sott'acqua per poi non più riemergere.

Le ricerche sono subito scattate da parte di agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia della città di Bellinzona e di un elicottero della REGA. Il fuggitivo, come detto, è poi stato individuato e successivamente recuperato privo di vita poco dopo le 10 all'altezza del Ponte Rosso.

Ricerca di testimoni

«Le verifiche successivamente effettuate - si legge nel comunicato stampa - hanno permesso di identificarlo. Si tratta di un 28enne cittadino kosovaro senza fissa dimora, già noto alle forze dell'ordine e con divieto di entrata in Svizzera».

Per ragioni d'inchiesta al momento non saranno rilasciate ulteriori informazioni, ma la Polizia cantonale è alla ricerca di eventuali testimoni che hanno assistito ai fatti. Essi sono invitati a contattare lo 0848 25 55 55.