Un nuovo modo di formare apprendisti ai tempi del Covid

SwissTXT / pab

26.1.2021

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Ti-Press

La scorsa settimana il Consiglio federale ha esteso le indennità per lavoro ridotto anche agli apprendisti, a condizione che le aziende continuino a impegnarsi nella formazione duale.

«Siamo soddisfatti che le modifiche dell’ordinanza abbiano ripristinato il diritto all’indennità anche per gli apprendisti, inserendo anche un vincolo importante», sottolinea Paolo Colombo, direttore della Divisione della formazione professionale, ai microfoni della RSI.

A causa delle chiusure ordinate dal Governo per contenere la diffusione del coronavirus alcuni apprendisti sono rimasti però senza lavoro. Per evitare di rimanere indietro con la formazione, la Divisione ha organizzato delle attività specifiche con i formatori e sono stati attivati anche dei posti «temporanei», dirottando alcuni giovani in altre aziende.

Una situazione analoga è presente anche presso Coop, che ha deciso di reimpiegare i ragazzi in strutture e in settori non colpiti dalle chiusure. «Abbiamo colto l'occasione per far vivere altre realtà ai nostri apprendisti», conclude Jacqueline Nideröst , responsabile della formazione degli apprendisti di Coop.

Tornare alla home page