Già in isolamento

Un positivo alla tubercolosi all'EOC, si cercano i contatti a rischio

SwissTXT / red

31.5.2022

Dopo le analisi positive alla TBC è scattata un'indagine ambientale.
Dopo le analisi positive alla TBC è scattata un'indagine ambientale.
archivio Keystone

Una persona attiva all’Istituto Pediatrico della Svizzera Italiana nel Sopraceneri è risultata positiva alla tubercolosi. Ad annunciarlo è l'Ente Ospedaliero Cantonale ticinese in una nota stampa.

SwissTXT / red

31.5.2022

Una volta fatta la diagnosi, spiegano, la persona è stata posta in isolamento ed è stata predisposta, come da prassi tramite la Lega polmonare, un’indagine ambientale, volta a individuare i contatti a rischio.

Il depistaggio è limitato ai bambini con età fino a 5 anni e alle persone con una grave immunosoppressione. I pazienti e le persone coinvolte saranno tutti contattati dall’Ente Ospedaliero Cantonale per valutare se sarà necessario eseguire analisi specifiche.

L'EOC spiega che il rischio di contagio è contenuto perché la persona contagiata ha sempre indossato una mascherina durante lo svolgimento della propria attività, nel rispetto delle misure anti Covid-19. Nella nota si precisa che non si tratta di un’emergenza sanitaria.