Via Odescalchi: "Legittima difesa"

SwissTXT

5.10.2017 - 18:49

SwissTXT

Gli avvocati della difesa hanno preso la parola nel processo di appello per il delitto di Via Odescalchi e hanno presentato una tesi comune: la morte del 35enne portoghese, ucciso con due colpi di pistola nell'ottobre 2015, non è stato frutto di un'azione punitiva. I quattro imputati volevano chiarirsi con un gruppo di albanesi dopo una rissa, ma si sarebbero trovati davanti la vittima, armata ed esagitata, che avrebbe aperto il fuoco per prima. Chiesto il proscioglimento dall'accusa di assassinio per l'imputato che ha sparato, il quale sarebbe solo colpevole di eccesso di legittima difesa. Da prosciogliere dalle accuse di correità anche gli altri tre imputati in aula.

Tornare alla home page

SwissTXT